Notizie

AL COMANDO DELLA CLASSIFICA PRIMA DELL'ULTIMO GIORNO DI REGATE A SYDNEY

10 Dicembre, 2016

Per i cinque velisti di Alinghi e per quelli degli altri sette team in lizza, questo penultimo giorno di regata è stato sinonimo di azione e di resistenza: il direttore di gara Phil Lawrence, infatti, grazie a condizioni meteo perfette con vento tra i 13 e i 20 nodi, ha fatto disputare otto regate, ciascuna composta da tre giri del percorso. Fino ad oggi dunque il vento ha consentito uno spettacolo unico per ciascuna delle diciassette regate organizzate da giovedì scorso. Dopo tre giorni di regate, Alinghi ora ha sei punti di vantaggio su Red Bull Sailing Team e diciannove su Oman Air. Non abbastanza però per poter dire che i giochi sono fatti. La situazione, infatti può cambiare radicalmente nel giro di una o due regate qualora si commettessero errori. Inoltre l'ultima regata di domani, domenica 11 dicembre, varrà doppio punteggio. Arnaud Psarofaghis, timoniere di Alinghi, ha dichiarato: "A causa di una partenza non brillante nella prima regata della giornata, non abbiamo potuto fare meglio di un sesto posto, ma subito dopo abbiamo cambiato marcia collezionando due terzi posti, due secondi e tre vittorie dunque abbiamo fatto meglio di tutta la flotta fuori di tutta la flotta. Anche Red Bull ha avuto una grande giornata, riuscendo così a scavalcare Oman Sail in classifica generale. E' davvero difficile spiegare ciò che fa la differenza tra i team, perché in realtà siamo tutti molto vicini in classifica generale e cinque su otto squadre presenti qui a Sydney hanno vinto almeno una prova in questi giorni. Da parte nostra, cerchiamo di navigare in modo semplice, eseguire manovre corrette concentrandoci esclusivamente sulla conduzione della barca. Sembra che questa strategia sta pagando, in ogni caso. Quella di oggi è stata davvero una grande giornata e siamo tornati a terra con la soddisfazione di aver fatto un buon lavoro. Domani continueremo a lavorare con lo stesso spirito". Nicolas Charbonnier, il tattico di Alinghi ha spiegato quello che il team farà per prepararsi all'ultimo giorno di regate di tutto l'anno: "Prima di tutto cercheremo di riposare per recuperare le forze dopo una giornata molto impegnativa fisicamente. Faremo una sessione di debriefing domani mattina per verificare la possibilità di alcuni piccoli miglioramenti e quindi continueremo ad applicare con metodo la nostra strategia senza pensare più di tanto ai nostri avversari principali, perché il ritmo delle regate è veloce così come la distribuzione dei punti. Dobbiamo fare meglio di loro, è semplice! Sicuramente ci sarà pressione, ma questa ci spinge soltanto spinge a dare il meglio di noi stessi." La stagione 2016 delle Extreme Sailing Series si concluderà domani tra le 14.00 e le 17.00 (ora locale, UTC + 11 ORE - + 10 in Italia). la premiazione è in programma per le 17.45 ora locale. La classifica generale dopo 17 regate disputate à la seguente: 1° Alinghi (SUI): 152 points 2° Red Bull Sailing Team (AUT):146 points 3° Oman Air (OMA): 133 points 4° SAP Extreme Sailing Team = 125 punti 5° Visit Madeira = 111 punti 6° Land Rover BAR Academy = 109 punti 7° RNZYS Lautrec Racing = 105 punti 8° Team Australia = 81 punti http://www.extremesailingseries.com/results/2016-Sydney   L'ultima regata di questa ottava e ultima tappa del circuito 2016 varrà doppio punteggio, dunque i punti in palio saranno 24 per il primo posto, 22 per il secondo e così via. In caso di parità di punteggio, vincerà il titolo il team che avrà ottenuto il miglior piazzamento a Sydney. Al momento dunque Oman Air, Alinghi e Red Bull Sailing Team hanno il posto garantito sul podio finale, ma naturalmente resta aperto l'ordine con cui termineranno la stagione. Per vincere Alinghi deve concludere l'evento davanti a Oman Air e finire non più di una posizione alle spalle di Red Bull Sailing Team.

Condizioni di vento estreme a Sydney, ma Alinghi c'è e guida la classifica provvisoria

8 Dicembre, 2016

"Le condizioni erano davvero impegnative oggi nel porto di Sydney. Il forte vento ha reso critico mantenere il controllo dell'imbarcazione. Abbiamo navigato in modalità foiling, ma senza prendere rischi eccessivi! Per manovrare in sicurezza in virata e strambata, attraversavamo la rete del cat strisciando." Queste le parole di Yves Detrey, prodiere di Alinghi e uno dei velisti più atletici di tutto il circuito. Una giornata davvero "maschia" ha così aperto la tappa finale del circuito 2016 delle Extreme Sailing Series™ di Sydney, con un vento medio di 20 nodi e raffiche a 28. In questa situazione Alinghi ha collezionato due secondi posti e un primo, mentre il suo diretto avversario per la vittoria finale, Oman Sail, pur vincendo anche lui una prova, nelle due successive si è dovuto accontentare di un 3° e 4° posto. A metà pomeriggio, il comitato di regata ha chiesto ai concorrenti di rientrare all'ormeggio. Tim Lapauw, membro di Alinghi, spiega: "Nella terza regata della giornata due equipaggi hanno scuffiato (i portoghesi di Visit Madeira portoghese e gli inglesi di Land Rover BAR Academy). Non ci sono feriti o danni alle imbarcazioni, ma per ragioni di sicurezza, il direttore di regata ha preferito interrompere il programma. Noi in definitiva abbiamo navigato bene e siamo soddisfatti della nostra giornata. Abbiamo fatto le cose semplici, restando sempre in controllo della situazione." Missione compiuta dunque per Alinghi nella prima giornata della tappa finale delle Extreme Sailing Series™ a Sydney in Australia. L'appuntamento per il prosieguo del programma dell'evento è fissato per domani alle 13.45 ora locale (GMT + 11 - in Italia + 10 ore). Questa la classifica provvisoria generale dopo 3 prove disputate (con 12 punti assegnati per il 1 ° posto, 11 punti per il secondo, 10 punti per 3 ° ecc): 1° Alinghi (SUI): 2, 1, 2 = 34 punti 2° Oman Air (OMA): 3, 4, 1 = 31 punti 3° Red Bull Sailing Team (AUT): 1, 6, 3 = 29 punti 4° SAP Extreme Sailing Team = 23 punti 5° RNZYS Lautrec Racing = 21 punti 6° Land Rover BAR Academy = 20 punti 7° Visit Madeira = 18 punti 8° Team Australia = 17 punti http://www.extremesailingseries.com/results/2016-Sydney Il risultato finale di questa ottava e ultima tappa del circuito 2016 vale doppio punteggio, dunque i punti in palio a Sydney sono 24 per il primo posto, 22 per il secondo e così via. In caso di parità di punteggio, vincerà il titolo il team che avrà ottenuto il miglior piazzamento a Sydney. Al momento dunque Oman Air, Alinghi e Red Bull Sailing Team hanno il posto garantito sul podio finale, ma naturalmente resta aperto l'ordine con cui termineranno la stagione. Per vincere Alinghi deve concludere l'evento davanti a Oman Air e finire non più di una posizione alle spalle di Red Bull Sailing Team. L'Act di Sydney in sintesi Cosa: la finale della stagione 2016 delle Extreme Sailing Series™, nel corso delle quali vengono disputate otto tappe in tre continenti. Chi: gli otto team internazionali, ciascuno composto da un equipaggio di cinque persone. Dove: nel porto di Sydney (Australia), tra il Teatro dell'Opera e il Royal Sydney Yacht Squadron. Quando: da giovedì 8 a domenica 11 dicembre Come: le squadre competono in prove brevi e veloci davanti al pubblico su il CG32, un catamarano di 32 piedi dotato di foil. Per seguire le regate in diretta: ogni giorno verranno disputate fino a 8 prove, ma attenzione al fuso orario: UTC+11 (+ 10 ore rispetto all'ora italiana). Online, attraverso la homepage di Alinghi (www.alinghi.com) - Regate con grafica 3D dall'8 all'11 dicembre - 90 minuti d'immagini in diretta sabato 10 e domenica 11 pomeriggio dalle 15.30 alle 17.00 (ora locale) - Replay disponibile alla fine di ogni prova. Twitter @alinghiteam: - Aggiornamenti alla fine di ogni prova Facebook @teamalinghi - Video e interviste durante le regate - Diretta della cerimonia di premiazione, domenica 11 dicembre dalle ore 17.45 (ora locale) - 7.45 ora italiana. L'equipaggio di Alinghi Prodiere: Yves Detrey (SUI) Tailer: Nils Frei (SUI) Tailer e regolazione foil: Timothé Lapauw (FRA) Tattico e randista: Nicolas Charbonnier (FRA) Tattico, co-skipper: Arnaud Psarofaghis (SUI) La squadra tecnica e il coach João Cabeçadas (POR) David Nikles (SUI) Pierre-Yves Jorand (SUI)  

A SYDNEY PER LA CONQUISTA DEL TITOLO 2016 DELLE EXTREME SAILING SERIES™

5 Dicembre, 2016

Dopo il trionfo in due edizioni consecutive dell'America's Cup e numerose vittorie sui multiscafi con i Decision 35 e gli Extreme 40, Alinghi, il team di Ernesto Bertarelli, vuole aggiungere al proprio palmares il titolo delle Extreme Sailing Series™ 2016, a bordo dei multiscafi dotati di foil. Da giovedì 8 a domenica 11 dicembre, Sydney ospiterà l'ultimo Act della stagione delle Extreme Sailing Series™, con otto team internazionali che si daranno battaglia nel porto della città australiana, tra il Teatro dell'Opera e il Royal Sydney Yacht Squadron. La posta in palio? Il titolo del circuito mondiale 2016 dei catamarani volanti GC32. Alinghi, il team "Da settembre a oggi, abbiamo conquistato tre vittorie di fila" ha commentato Timothé Lapauw, trimmer di Alinghi "quindi direi che sono i nostri avversari a essere maggiormente sotto pressione qui a Sydney". In ogni caso per Lapauw la tensione non sarebbe un problema. "Una volta in acqua, sono concentrato esclusivamente sul mio lavoro. C'è così tanto da fare in questa tipologia di regate veloci che non ho il tempo di pensare ad altro!" Anche Arnaud Psarofaghis, lo skipper, ha commentato l'avvicinarsi della tappa finale: "Sono certo che la tensione che deriva dalla posta in gioco, ci aiuterà a dare del nostro meglio. Il nostro obiettivo è chiaro: vogliamo vincere! Non vediamo l'ora di batterci e siamo fiduciosi, anche se non diamo nulla per scontato perché in questo tipo di regate può succedere qualsiasi cosa.". Il podio in realtà è già garantito, ma la posizione no... Classifica generale delle Extreme Sailing Series™ 2016: 1 - Oman Air (OMA): 79 punti 2 - Alinghi (SUI): 77 punti 3 - Red Bull Sailing Team (AUT): 73 punti 4 - SAP Extreme Sailing Team (DEN): 61 punti 5 - Land Rover BAR Academy (GBR): 54 punti 6 - Visit Madeira (POR): 49 punti Il risultato finale di questa ottava e ultima tappa del circuito 2016 vale doppio punteggio, dunque i punti in palio a Sydney sono 24 per il primo posto, 22 per il secondo e così via. In caso di parità di punteggio, vincerà il titolo il team che avrà ottenuto il miglior piazzamento a Sydney. Al momento dunque Oman Air, Alinghi e Red Bull Sailing Team hanno il posto garantito sul podio finale, ma naturalmente resta aperto l'ordine con cui termineranno la stagione. Per vincere Alinghi deve concludere l'evento davanti a Oman Air e finire non più di una posizione alle spalle di Red Bull Sailing Team. L'Act di Sydney in sintesi Cosa: la finale della stagione 2016 delle Extreme Sailing Series™, nel corso delle quali vengono disputate otto tappe in tre continenti. Chi: gli otto team internazionali, ciascuno composto da un equipaggio di cinque persone. Dove: nel porto di Sydney (Australia), tra il Teatro dell'Opera e il Royal Sydney Yacht Squadron. Quando: da giovedì 8 a domenica 11 dicembre Come: le squadre competono in prove brevi e veloci davanti al pubblico su il CG32, un catamarano di 32 piedi dotato di foil. Per seguire le regate in diretta: ogni giorno verranno disputate fino a 8 prove, ma attenzione al fuso orario: UTC+11 (+ 10 ore rispetto all'ora italiana). Online, attraverso la homepage di Alinghi (www.alinghi.com) - Regate con grafica 3D dall'8 all'11 dicembre - 90 minuti d'immagini in diretta sabato 10 e domenica 11 pomeriggio dalle 15.30 alle 17.00 (ora locale) - Replay disponibile alla fine di ogni prova. Twitter @alinghiteam: - Aggiornamenti alla fine di ogni prova Facebook @teamalinghi - Video e interviste durante le regate - Diretta della cerimonia di premiazione, domenica 11 dicembre dalle ore 17.45 (ora locale) - 7.45 ora italiana. L'equipaggio di Alinghi Prodiere: Yves Detrey (SUI) Tailer: Nils Frei (SUI) Tailer e regolazione foil: Timothé Lapauw (FRA) Tattico e randista: Nicolas Charbonnier (FRA) Tattico, co-skipper: Arnaud Psarofaghis (SUI) La squadra tecnica e il coach João Cabeçadas (POR) David Nikles (SUI) Pierre-Yves Jorand (SUI)