GC32

Oman Air un gradino più in alto, Alinghi è secondo

4 Agosto, 2019

132 imbarcazioni distribuite in quattro aree di regata, 26 nazionalità e circa 1.500 velisti si sono dati appuntamento a Palma di Maiorca per la tradizionale Copa del Rey, per la sua 38ma edizione. La terza tappa del circuito GC32 Racing Tour fa un'eccezione nel calendario annuale e si ritrova a Palma di Maiorca, insieme ad altre 10 classi di barche, per una settimana di regate ben organizzate dal Real Club Nautico di Palma. Come sempre, la baia di Palma di Maiorca ha offerto ottime condizioni meteo, consentendo lo svolgimento di 20 regate del programma dei GC32. Questa volta, è Oman Air a mostrare regolarità e un buon controllo del catamarano foiling. La battaglia in acqua tra i Alinghi e Oman Air ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino all'ultima regata della serie, quando tutte le possibili opzioni della classifica erano ancora matematicamente aperte! Oman Air ha tenuto duro vincendo le ultime due prove della giornata conclusiva, raggiungendo un totale di dieci vittorie, mentre Alinghi si è fermato a sette. Cinque piccoli punti separano i due rivali dopo quattro giorni combattutissimi, che i fan delle nostre storie su Instagram ricordano perfettamente per averli vissuti in diretta. Yves Detrey, prodiere: "L'ultimo giorno di regate contro Oman Air è stato molto intenso. Loro hanno cercando di farci perdere terreno quando erano davanti e noi abbiamo fatto lo stesso quando eravamo in testa. Per quanto riguarda il risultato finale, possiamo soltanto assumerci le colpe per non aver navigato molto bene nei primi due giorni. In una flotta come la nostra conta la regolarità: se vuoi vincere, devi regatare bene dall'inizio alla fine. Oman Air l'ha fatto. Hanno vinto, è lo hanno meritato. Penso che non sia semplice vincere sempre quando regatiamo. Dobbiamo essere consapevoli degli errori fatti e continuare a imparare. A Riva del Garda a settembre, non dovremo attaccare l'Oman dall'inizio. Dovremo regatare con il nostro stile, manovrando come sappiamo e facendo la nostra strategia come abbiamo sempre fatto nel mondo. Tutto andrà bene." Pierre-Yves Jorand, direttore del team: "Oman Air ha tenuto un livello molto alto per tutto l'evento in termini di prestazioni, manovre, strategia e anche nelle partenze durante queste 20 regate che sono state caratterizzate da condizioni diverse anche molto diverse. Da parte nostra, abbiamo regatato un pò al di sotto dei nostri standard. Non stiamo cercando scuse, tuttavia abbiamo avuto un inizio intenso della stagione con il campionato del mondo che è stato il nostro primo grande obiettivo. Direi anche che regatare a Palma di Maiorca con una flotta numericamente più piccola (6 barche invece di 10), potrebbe avere influito. In effetti, abbiamo commesso alcuni piccoli errori di posizionamento il primo giorno, siamo stati meno incisivi di Oman Air in momenti chiave come le partenze e abbiamo avuto difficoltà a trovare stabilità il secondo giorno in una situazione di mare con onda. Sappiamo cosa dobbiamo fare per vincere il prossimo evento. Abbiamo le soluzioni. Sta a noi applicarle e offrire prestazioni migliori per quattro giorni consecutivi." È possibile vincere ogni regata? "Negli sport a motore di alto livello, sembra difficile. La vela è uno sport meccanico e uno sport di squadra. É necessaria una prestazione individuale nella quale ogni membro del team sia in grado di offrire il meglio di sé: in questo modo la maionese monta. Tutti devono essere sulla stessa lunghezza d'onda. Penso che Oman Air abbia reagito molto bene dopo l'evento di Lagos in Portogallo (avevano terminato al quinto posto, un vero riscatto, n.d.r.). Sono stati ispirati dalle nostre manovre, hanno studiato il nostro gioco e sono arrivati qui con un quel quid in più che serve per avere successo. Come in qualsiasi sport di alto livello, quel pò di più può essere sufficiente per essere vincenti. Ma attenzione, non vedo alcuna rivoluzione da fare da qui al Lago di Garda. Dovremo semplicemente riuscire ad allinearci sui nostri standard migliori come abbiamo fatto per cinque tappe lo scorso anno e come è successo a Lagos in Portogallo un mese fa, quando abbiamo vinto il Campionato del Mondo."   Dopo le tre tappe disputate e dopo la vittoria a Palma di Maiorca, Oman Air è in testa nella classifica generale della stagione con cinque punti, gli stessi di Alinghi che è secondo. Il prossimo futuro riserverà sicuramente altri duelli serrati tra i due principali contendenti per conquista della vittoria finale del circuito 2019. Red Bull segue al terzo posto con 12 punti. Da oggi, dopo aver disarmato il GC32, il team si ritroverà in Svizzera per continuare nella preparazione e nella messa a punto del nuovissimo TF35 appena arrivato alla Société Nautique de Genève. I primi test di navigazione sono previsti per la metà agosto. Dal 30 agosto al 1° settembre si disputerà il quinto evento 2019 del D35 Trophy, organizzato dallo Yacht Club di Ginevra. Cliccare qui per la classifica generale della 3a tappa del GC32 Racing Tour, dopo 20 regate. Per maggiori informazioni gc32racingtour.com #gc32racingtour #GoAlinghiGo Per informazioni sul GC32 Racing Tour, sulle regole, il calendario completo degli eventi e la composizione del team, cliccare qui. Crédit foto © Sailing Energy/GC32 Racing Tour

Informazioni utili - La stagione 2019 del GC32 Racing Tour

17 Aprile, 2019

Gli eventi: un circuito di regate one-design inaugurato nel 2014 che comprende una media di cinque eventi per stagione principalmente in Europa. Alinghi ha partecipato per la prima volta nel 2015 (in occasione del debutto del team in regata con i foiling) concludendo al secondo posto alle spalle di Oman Air. Per maggiori informazioni, è possibile cliccare qui. I partecipanti: da 8 a 12 team internazionali con a bordo velisti professionisti e armatori. L' equipaggio è normalmente composto da cinque persone (sei se c'è una donna a bordo). Le location: stage 1: Villasimius (Sardegna, Italia), stage 2: Campionato del Mondo GC32 (Lagos, Portogallo), stage 3: Palma di Maiorca (Spagna), stage 4: Riva del Garda (Italia), Stage 5: Muscat (Oman). Le date: da maggio a novembre 2019 (cliccate qui per il calendario completo 2019 delle regate). Il programma: i team si sfidano a bordo dei catamarani GC32 foiling in una serie di regate sulle boe di 20 minuti ciascuna. Se le condizioni meteo lo consentono, le regate si svolgono vicino a terra. Per seguire l'azione: ci sono diverse modalità per seguire Alinghi nel corso dei cinque eventi del tour 2019 del circuito GC32, ciascuno dei quali comprende quattro giorni di regate e fino a cinque prove ogni pomeriggio (attenzione al fuso orario di ogni località). Twitter @alinghi > I risultati di ogni regata, foto e video clip Facebook @teamalinghi e Instagram @alinghi > Interviste, video & foto Internet : > gc32racingtour.com: regate in 2D (dal vivo e reply) dal primo all'ultimo giorno di regate > alinghi.com: news e selezione di foto GC32 Team Ernesto Bertarelli (SUI) - Timoniere e skipper Arnaud Psarofaghis (SUI) - Timoniere e co-skipper Nicolas Charbonnier (FRA) - Tattico randista Bryan Mettraux (SUI) - Regolatore vele di prua Timothé Lapauw (FRA) - Regolatore foil Yves Detrey (SUI) - Prodiere Nils Frei (SUI) - Allenatore e riserva Squadra tecnica João Cabeçadas (POR) David Niklès (SUI) Direttore del team Pierre-Yves Jorand (SUI) Maggiori informazioni gc32racingtour.com Hashtag dell'evento #GoAlinghiGo #gc32racingtour #gc32 Credit foto ©Lloyd Images

Pronti per la finale!

27 Novembre, 2018

L'epilogo della stagione Extreme Sailing Series è imminente e il team è già a Los Cabos da una settimana, per allenarsi al meglio per questa ultima tappa messicana del campionato 2018. Nell'attuale classifica provvisoria, Alinghi guida la flotta con tre punti di vantaggio su SAP e cinque su Oman Air. La bella novità di questo ultimo Act: i punteggi per questa regata finale valgono il doppio rispetto al solito; la squadra vincente otterrà 24 punti (anziché i soliti 12), il secondo 22, il terzo 20 ...Ciò significa che Alinghi può permettersi di finire un posto dietro a SAP e due dietro Oman Air, e vincere comunque il campionato. Comunque siate certi che il team farà tutto il possibile per assicurarsi la quinta vittoria stagionale del campionato! Clicca qui per la classifica generale provvisoria della stagione Cosa: la finale del Campionato Extreme Sailing Series 2018 Chi: 7 team internazionali in gara, ciascuno con 5 velisti a bordo e una squadra a terra di supporto tecnico Dove: a Los Cabos in Messico, punta meridionale della Bassa California (UTC-7 = -8h dalla Svizzera) Quando: la sessione di allenamento ufficiale è in programma mercoledì 28 novembre. Da giovedì 29 novembre a domenica 2 dicembre, quattro regate pomeridiane ogni giorno. Come: a bordo di catamarani GC32 che volano sull'acqua, con diverse regate sulle boe che delimitano un percorso. Perché: per vincere il campionato Extreme Sailing Series 2018 Segui l'azione a Los Cabos Ecco come seguire le regate che si terranno da giovedì 29 novembre a domenica 2 dicembre dalle 14h alle 17h ora locale (UTC -7, 8h meno che in Svizzera): In diretta: tramite il nostro sito (regate in 3D il giovedì e il venerdì, quindi video in diretta il sabato e la domenica)  tramite il nostro account Twitter @teamalinghi (risultati pubblicati dopo ogni gara con foto e brevi momenti video) On demand: > Su Facebook e Instagram per video interviste e foto > Sul nostro sito per notizie e replay delle regate   L’equipaggio del GC32 di Alinghi Timoniere, co-skipper: Arnaud Psarofaghis (SUI) Tattico e randista: Nicolas Charbonnier (FRA) Trimmer: Bryan Mettraux (SUI) Regolatore dei foil: Timothé Lapauw (FRA) Prodiere: Yves Detrey (SUI) Riserva: Arthur Cevey (SUI) Squadra tecnica: João Cabeçadas (POR) David Nikles (SUI) Allenatore e direttore del team: Pierre-Yves Jorand (SUI) Hashtag dell'evento #GoAlinghiGo  //  #Extremesailing   Per maggiori informazioni: extremesailingseries.com Se vuoi saperne di più sul sistema di tracciamento delle imbarcazioni, sul team e sulle regate in generale, clicca qui