CHI È ALINGHI

Alinghi è un team velico fondato nel 1994 da Ernesto Bertarelli. Nel 2000, il team si è dato l'obiettivo di vincere l'America's Cup, risultato ottenuto due volte nel 2003 e nel 2007 e primo team Europeo ad aggiudicarsi la vittoria per due volte. Alinghi associa il suo nome a molti altri successi internazionali, sia prima che dopo le vittorie nelle due campagne di America's Cup, tra cui sette edizioni del Bol d'Or, sette trofei nella classe D35 e tre campionati delle Extreme Sailing Series.

  • VINCITORE DELLA XXXI AMERICA'S CUP
  • VINCITORE DELLA XXXII AMERICA'S CUP
  • 7 VOLTE VINCITORE DEL BOL D'OR
  • 7 VOLTE VINCITORE DEL DECISION 35 TROPHY
  • 3 VOLTE VINCITORE DELLE EXTREME SAILING SERIES

Informazioni

Fatti e cifre

1991
La prima barca di Alinghi naviga sul lago di Ginevra
39.2
La massima velocità (in nodi) raggiunta da GC32 nel 2015
5.7m
I milioni di visitatori al Port America's Cup a Valencia
7
Le vittorie alla regata Bol d'Or

LE REGATE DEL 2018

Anche quest’anno, da marzo a dicembre, Alinghi sarà impegnato contemporaneamente su due circuiti con due catamarani monotipo: Il D35 'Alinghi SUI-1' parteciperà al D35 Trophy sul lago di Ginevra, dove il team sarà impegnato per vincere il settimo titolo. l GC32 foiling 'Alinghi SUI-8’, iscritto al circuito internazionale delle Extreme Sailing Series, dove l’obiettivo finale sarà la quarta vittoria dell’evento. Inoltre alla fine di maggio la flotta dei GC32 si sfiderà sul Lago di Garda per il titolo mondiale di classe.

Guarda tutte le regate

IL TEAM

Alinghi vanta tra i propri membri i migliori velisti al mondo. Scopri chi sono.

ULTIME NOTIZIE

Un 2° posto che conferma il 1° in classifica generale

22 Ottobre, 2018

In testa dal primo giorno del 6° Act delle Extreme Sailing Series e fino alla 18a regata, Alinghi non ha potuto resistere ai ripetuti assalti di Oman Air, che ha preso il comando della classifica generale dalla 19a prova. Un testa a testa che è proseguito fino alla fine con gli svizzeri che vincono la 21a e ultima prova dell'evento, ma gli Omaniti chiudono in testa di un punto in classifica generale. SAP è terza alle spalle di Alinghi, che sale sul secondo gradino del podio. Risultato finale: Oman Air 233 punti - Alinghi 232 - Punti SAP 226). Alinghi naturalmente mirava al successo anche in questa occasione, ma la delusione è mitigata una volta effettuati i calcoli per la classifica generale, che vede il team svizzero sempre saldamente al primo posto alla classifica generale del circuito, quando manca un solo evento alla conclusione. Timothé Lapauw, regolatore dei foil: "Abbiamo concluso al secondo posto, ma abbiamo avuto molte conferme positive come la nostra buona velocità ad esempio. Regatare a San Diego non è stato facile con un vento sempre leggero e di direzione variabile." Nicolas Charbonnier, tattico: "Stiamo lavorando bene in ottica del risultato finale del campionato. Ovviamente avremmo voluto vincere anche qui a San Diego perché si trattava di un risultato alla nostra portata, ma non abbiamo navigato sempre al massimo." Arnaud Psarofaghis, timoniere: "Oman Air merita questa vittoria a San Diego perché noi non siamo stati impeccabili l’ultimo giorno e loro ne hanno approfittato. Il nostro obiettivo comunque era quello di battere SAP ed è successo. Questo un risultato che ci permetterebbe di vincere il campionato anche arrivando dietro di loro a Los Cabos. I ragazzi hanno fatto un buon lavoro a bordo, possiamo essere soddisfatti del nostro secondo posto. Yves Detrey, prodiere: Il secondo posto è un pò amaro perché abbiamo perso all'ultimo giorno per errori che potevamo evitare e che non dovrebbero accadere al nostro livello. C'è però ancora una regata prima della conclusione del campionato e ci impegneremo al massimo fino alla fine." Pierre-Yves Jorand, direttore del team: "Questo quarto giorno di regate è stato complicato per noi. Abbiamo iniziato e finito bene con una serie di vittorie importanti, ma nel mezzo abbiamo avuto quattro gare difficili. Facciamo errori in termini di coordinamento e di comunicazione dell'equipaggio, li analizzeremo con attenzione come è nostro dovere per risolverli." L'appuntamento per l'evento finale delle Extreme Sailing Series 2018 è a Los Cabos (Messico) dal 29 novembre al 2 dicembre. Clicca qui per la classifica finale dell'Act 6 a San Diego (USA). Clicca qui per la classifica generale delle Extreme Sailing Series 2018. Hashtag dell'evento: #GoAlinghiGo  //  #Extremesailing   Per saperne di più extremesailingseries.com Se sei interessato a maggiori informazioni sul tracking system delle regate, sulla composizione del tam e sulle regate di Alinghi in generale, clicca qui. Credit photos : Lloyd Images

Un podio nel Grand Prix Realstone e la settima vittoria nel circuito 2018 del D35 Trophy

25 Settembre, 2018

Conquistando il terzo posto nell'ultimo appuntamento di stagione, Alinghi ottiene i punti necessari per assicurarsi la settima vittoria, sin dalla prima edizione del 2004, nella categoria D35 one design. Queste le parole di Ernesto Bertarelli, skipper e timoniere, al termine della giornata: "Abbiamo concluso la stagione in questo bel campo di regata di Nyon. Il primo giorno di regate è stato complicato per noi con condizioni molto difficili, mentre il secondo è stato fantastico: sei le regate disputate, nelle quali abbiamo regatato bene dopo due difficili Gran Prix. Siamo dunque contenti di essere saliti nuovamente sul podio e di aver vinto il campionato D35 di quest'anno. Vorrei congratularmi con Ylliam, Swisscom e Zen Too per i loro risultati, sia in quest'ultimo Gran Prix che in classifica generale." Nicolas Charbonnier, tattico di Alinghi: "la prima metà di stagione è stata brillante: abbiamo vinto i primi quattro eventi e concluso al quarto posto il Bol d'Or. Il ritorno a settembre è stato più difficile. A causa dell’infortunio occorso a Nils, abbiamo dovuto cambiare equipaggio perdendo un pò di sintonia, ma siamo riusciti a tenere duro per dimostrare che sappiamo ancora far andare veloce una barca. " Nils Frei, trimmer: "è stato un po’ frustrante per me non essere a bordo a causa di questo infortunio che è arrivato nel momento sbagliato, ma il team ha reagito e ha trovato le risorse e, alla fine, è andata bene. Seguire le gare da fuori è interessante perché offre l’occasione per continuare a imparare. Complessivamente il livello di tutte le imbarcazioni che partecipano al campionato D35 è salito molto". Pierre-Yves Jorand, direttore del team: "In questo ultimo Gran Prix, il team è riuscito a integrare Bryan che si è unito a noi per la prima volta sul D35. Era anche necessario essere pronti per le regate di sabato, dove il vento è stato molto variabile come direzione. Oggi, con vento forte da sud ovest, sapevamo che ci sarebbero state cinque o sei regate veloci, dovevamo essere concreti, regolari, evitare di sbagliare e cercare di puntare al podio e lo abbiamo fatto. Congratulazioni a tutto il team per il lavoro fatto nel corso dell'intera stagione! " Da martedì, la flotta dei D35 sarà trasferita in elicottero presso il cantiere Décision a Ecublens. Il team ha così raggiunto uno dei suoi obiettivi stagionali e ha ancora due eventi delle Extreme Sailing Series in calendario. Le ultime due tappe di questo circuito internazionale GC32 saranno ospitate nelle acque di San Diego (18-21 ottobre) e Los Cabos (29 novembre-2 dicembre): i risultati determineranno la classifica finale delle Extreme Sailing Series. Realstone SN Nyon - Classifica del Gran Prix Realstone dopo otto regate (il punteggio peggiore viene scartato): 1 ° - Ylliam Comptoir Immobilier: 12 punti 2 ° - Swisscom: 19 punti 3 ° - Alinghi: 23 punti Classifica generale del Trofeo D35 2018 dopo otto eventi (il punteggio peggiore è stato scartato): 1 ° - Alinghi: 17 punti 2 ° - Ylliam Comptoir Immobilier: 22 punti 3 °: Zen Too: 25 punti Clicca qui per la classifica finale Per maggiori informazioni d35trophy.com Hashtag #GoAlinghiGo // #D35Trophy Se sei interessato a maggiori informazioni sulla composizione del team e sulle regate di Alinghi in generale, clicca qui. Credit foto © Loris Von Siebenthal

Alinghi fatica a ritrovare i suoi standard

9 Settembre, 2018

Nonostante le condizioni di vento più deboli rispetto alla scorsa settimana, il team - nella sua nuova configurazione dopo l'infortunio di Nils Frei - ha faticato a regatare secondo i suoi standard e a controllare la flotta di avversari rispetto a come aveva fatto nella prima parte della stagione.   Al termine delle sei regate disputate in questo fine settimana, Alinghi ha concluso il settimo evento  stagionale in sesta posizione (20 punti), a pari punti con il quinto, Swisscom. Realteam vince l'evento (13 punti), seguito da Ylliam-Comptoir Immobilier (16 punti) e Zen Too (17 punti). Pierre-Yves Jorand, randista a bordo di Alinghi, analizza la situazione: "Abbiamo avuto condizioni di vento abbastanza standard con un Séchard leggero tra i 6 e gli 8 nodi in questa edizione dell’Alinghi Grand Prix. Ancora una volta, il lavoro di squadra era tutto e anche il più piccolo dettaglio contava, data specialmente la minima  differenza di velocità tra le barche della flotta: ogni centimetro era importante e ogni errore, a livello di manovra o in termini di comunicazione a bordo, era cruciale. La classifica del D35 Trophy ora è molto corta, con tre barche ancora in grado di vincere. Il prossimo e ultimo evento del campionato si svolgerà nello stesso specchio d'acqua tra quindici giorni, con un vento termico che potrebbe fare una piccola differenza dato che avremo ancora tempo per allenarci." Nella classifica provvisoria del D35 Trophy, Alinghi guida ancora la flotta con 14 punti, seguita da Zen Too (20 punti) e Ylliam-Comptoir Immobilier (21 punti). Il team sarà di nuovo in regata dal 21 al 23 settembre per il Grand Prix Realstone supportato dal Musée du Léman e organizzato dalla Société Nautique de Nyon. Clicca qui per la classifica generale. Per maggiori informazioni: d35trophy.com hashtag dell'evento: #GoAlinghiGo // #D35Trophy Se sei interessato a maggiori informazioni sul tracking system delle regate, sulla composizione del team e sulle regate di Alinghi in generale, clicca qui. Credit foto © Loris Von Siebenthal  

Un risultato raro e da non ripetere

3 Settembre, 2018

Che si vinca o si perda, è fondamentale fare una critica oggettiva e poi saperla saperla applicare alle proprie prestazioni. È esattamente in questa ottica che il risultato conseguito dal team nell’Open du Yacht Club va analizzato. La regata, che segnava la ripresa della seconda metà della stagione D35, ha visto Alinghi finire al nono posto in una classifica di nove equipaggi dopo le quattro regate dell’evento, concluse prima che un forte vento privasse la flotta della possibilità di riscatto con le ultime regate del programma. Senza perdere tempo cercando giustificazioni, condividiamo con voi l'accaduto: Ernesto Bertarelli, skipper: "Dopo l’infortunio di Nils la scorsa settimana a Cardiff, abbiamo dovuto resettare il nostro team D35. Arnaud è passato dalla randa al fiocco, prendendo il posto di Nils, mentre Pierre-Yves è salito a bordo per regolare la randa. Due cambiamenti di ruolo in un team di sei persone, devono prevedere un inevitabile periodo di adattamento, per non parlare delle difficoltà di comunicazione a bordo. Tutto questo ha un impatto ancora più grande quando ti trovi in una situazione di vento molto forte, come abbiamo avuto modo di sperimentare durante questo Grand Prix. Abbiamo fatto errori che ordinariamente non avremmo mai commesso e, con una flotta così compatta e competitiva, errori del genere si pagano molto. Alla fine, abbiamo osato troppo per recuperare e viste le poche regate rimaste, non era più possibile tornare in gioco. Vorrei congratularmi con il team di Zen Too, i vincitori di questo evento, che hanno dimostrando ancora una volta le loro abilità con vento forte.” Nicolas Charbonnier, tattico: "Per due regate abbiamo sbagliato navigando troppo vicini ai nostri avversari e la giuria ci ha penalizzati. Così, nello spazio di qualche secondo, ci siamo ritrovati in fondo alla flotta senza alcuna possibilità concreta di recuperare terreno, specialmente in una regata one-design e in queste condizioni di vento. Anche le nostre partenze non sono state delle migliori, ma ci lavoreremo questa settimana per ritornare tra qualche giorno più forti che mai”. Quando mancano soltanto due eventi alla fine del D35 Championship 2018, Alinghi è sempre al comando della classifica provvisoria, seguito da Zen Too e Ylliam-Comptoir Immobilier. Il team vi aspetta in occasione del prossimo fine settimana all’ "Alinghi Grand Prix", che si terrà sulle acque di Crans-près-Céligny dal 7 al 9 settembre. Clicca qui per la classifica generale Per maggiori informazioni d35trophy.com hashtag dell'evento #GoAlinghiGo // #D35Trophy Se sei interessato a maggiori informazioni sul tracking system delle regate, sulla composizione del team e sulle regate di Alinghi in generale, clicca qui. Credit foto © Loris Von Siebenthal