CHI È ALINGHI

Alinghi è un team velico fondato nel 1994 da Ernesto Bertarelli. Nel 2000, il team si è dato l'obiettivo di vincere l'America's Cup, risultato ottenuto due volte nel 2003 e nel 2007 e primo team Europeo ad aggiudicarsi la vittoria per due volte. Alinghi associa il suo nome a molti altri successi internazionali, sia prima che dopo le vittorie nelle due campagne di America's Cup, tra cui sette edizioni del Bol d'Or, sei trofei nella classe D35 e tre campionati delle Extreme Sailing Series.

  • VINCITORE DELLA XXXI AMERICA'S CUP
  • VINCITORE DELLA XXXII AMERICA'S CUP
  • 7 VOLTE VINCITORE DEL BOL D'OR
  • 6 VOLTE VINCITORE DEL DECISION 35 TROPHY
  • 3 VOLTE VINCITORE DELLE EXTREME SAILING SERIES

Informazioni

Fatti e cifre

1991
La prima barca di Alinghi naviga sul lago di Ginevra
39.2
La massima velocità (in nodi) raggiunta da GC32 nel 2015
5.7m
I milioni di visitatori al Port America's Cup a Valencia
7
Le vittorie alla regata Bol d'Or

LE REGATE DEL 2018

Anche quest’anno, da marzo a dicembre, Alinghi sarà impegnato contemporaneamente su due circuiti con due catamarani monotipo: Il D35 'Alinghi SUI-1' parteciperà al D35 Trophy sul lago di Ginevra, dove il team sarà impegnato per vincere il settimo titolo. l GC32 foiling 'Alinghi SUI-8’, iscritto al circuito internazionale delle Extreme Sailing Series, dove l’obiettivo finale sarà la quarta vittoria dell’evento. Inoltre alla fine di maggio la flotta dei GC32 si sfiderà sul Lago di Garda per il titolo mondiale di classe.

Guarda tutte le regate

IL TEAM

Alinghi vanta tra i propri membri i migliori velisti al mondo. Scopri chi sono.

ULTIME NOTIZIE

Bol d'Or: un'80ma edizione veramente 'lemanica'

10 Giugno, 2018

Poco prima della partenza in tanti avevano previsto un possibile arrivo intorno a mezzanotte. A mezzanotte e qualche minuto, quattro D35 erano praticamente sulla stessa linea a pochi metri dal traguardo davanti alla SNG ... senza vento! Il tempo passa, i minuti passano … e alla fine è Mobimo che vince l’80a edizione del Bol d'Or Mirabaud partito alle 10.00 di sabato mattina con 543 concorrenti al via. Al secondo posto Okalys Youth Project, al terzo Ylliam-Comptoir Immobilier, mentre Alinghi ha concluso in quarta posizione. Dopo aver animato la testa della regata a lungo, le 137 partecipazioni cumulative al Bol d’Or dell'equipaggio di Alinghi ((25 per Ernesto, 38 per Pierre-Yves, 17 per Arnaud, 7 per Nicolas, 20 per Nils e 30 per Yves). non sono state sufficienti per fare la differenza. Dopo 14 ore di regata, la vittoria finale si è giocata davvero negli ultimi metri ... Ma secondo il parere di tutti (e anche del vincitore!), la fortuna fa anche la sua parte in questo tipo di regate che si svolgono di condizioni del vento molto leggero. Il team è ovviamente un pò deluso dopo aver tagliato il traguardo …ma questo è "il Bol". Nils Frei, regolatore delle delle vele di prua: “E’ stata una regata molto classica con il Séchard prima, poi il Rebat e a seguire la transizione e la bonaccia ... Alla fine ce stata anche la componente della fortuna, altrimenti sarebbe impossibile vincere. Abbiamo fatto un buona regata tra i primi tre, ma tutto è finito come nel più classico dei Bol d'Or." Nicolas Charbonnier, tattico a bordo di Alinghi: “Questa evento è senz’altro più divertente quando c'è vento e si finisce alle 15.00 o alle 17.00, ma è stata comunque una bellissima regata. Abbiamo avuto un percorso davvero in linea con le famose condizioni del Lago di Ginevra e una classifica che è cambiata tante volte fino poco prima del traguardo. Ci sono anni in cui l’inizio della regata è molto importante con barche che subito dopo la partenza ottengono un vantaggio importante e lo mantengono fino alla fine. Quest’anno la regata si è decisa da Bouveret in poi. Rimanere concentrati per tutta la durata? Non è un problema, non guardiamo l'orologio. Siamo così presi dalla competizione che non vediamo passare il tempo!" Pierre-Yves Jorand, team manager e grinder a bordo: "E 'stata una regata in cui ci sono stati molti sorpassi e cambi di leadership, ed è stato spesso necessario riposizionarsi, proprio come quando stai regatando in un Grand Prix in realtà. Era necessario cercare le giuste traiettorie, le posizioni favorevoli, e sapere come cambiare strategia quando necessario. Il ritorno a Ginevra non è stato facile. Gli avversari si stavano avvicinando e all'ingresso del piccolo lago non c'erano molti indizi per capire il comportamento del vento. Mobimo ha fatto un'incredibile rimonta e ci ha messo tutti in fila all'ultima boa poco prima del traguardo. Noi ci abbiamo creduto fino alla fine. Abbiamo perso all’ultimo incrocio."  Il team si ritroverà a Barcellona giovedì 14 giugno per il prossimo Act delle Extreme Sailing Series sui GC32 volanti. Clicca qui per tutte le classifiche del Bol d'Or Mirabaud 2018. Per maggiori informazioni d35trophy.com // boldormirabaud.ch  Hashtag dell'evento #GoAlinghiGo // # D35Trophy // # BOM18 Per maggiorni informazioni sul sistema di monitoraggio della regata, sul team e sul circuito in generale cliccare qui. Credit foto ©Toast Prod & Alinghi

GP Di Versoix D35 : consistenza la parola d'ordine e Alinghi vince ancora!

3 Giugno, 2018

Se vi dicessero che 3 x 2 = 1, ci credereste? In pura matematica, forse no. Ma nella vela, è possibile! Alinghi ha conquistato il Gran Premio di Versoix davanti a Racing Django e Swisscom (per gli interessati, abbiamo vinto con tre secondi posti e un quarto, ma il punteggio peggiore delle quattro regate disputate viene scartato ... clicca qui per la classifica). Dopo il successo di ieri nella Ginevra-Rolle-Genève, Alinghi ha quindi vinto due volte questo fine settimana ed è in testa alla classifica generale del D35 Trophy 2018, quando il campionato è arrivato a metà con quattro punti, precedendo Zen Too (16 punti) e Ylliam Comptoir Immobilier (18 punti). Pierre-Yves Jorand, direttore del team: "Questo Gran Premio si è praticamente disputato in un solo giorno con le quattro regate odierne (domenica 3 giugno). Il vento termico è stato insolito e ha influenzato continuamente le posizioni dei concorrenti sul campo di regata: è stato necessario molto impegno e fare scelte tattiche precise: il lato sinistro del campo di regata che era favorito di bolina, non era necessariamente il migliore navigando poi in poppa. Abbiamo vinto il Gran Premio con un solo punto di vantaggio su Racing Django e due su Swisscom. E' stato un evento molto combattuto, noi siamo stati i più consistenti. Con questo fine settimana si conclude un periodo molto impegnativo nel quale abbiamo viaggiato, ci siamo allenati e abbiamo regatato anche con il GC32. Ora avremo tre giorni di riposo prima della preparazione per il Bol d'Or". João Cabeçadas, responsabile tecnico e preparatore della barca, ha dichiarato: "Abbiamo fatto una buona partenza e siamo rimasti praticamente tutto il tempo sul lato destro del lago. Abbiamo gestito al meglio anche i salti di vento e fatto buone manovre, abbiamo controllato i nostri avversari, che erano sempre molto vicini l'uno all’altro nei vari lati del percorso. Da fuori sembra tutto facile, come quando si guarda un ragazzo che pattina ma, in realtà, c'è molto lavoro dietro questa apparente semplicità."   Il team vi aspetta per darvi il benvenuto sabato 9 giugno, alle ore 10.00 per il colpo di cannone dell’80a edizione del Bol d'Or Mirabaud. Per maggiori informazioni d35trophy.com  Hashtag dell'evento #GoAlinghiGo // # D35Trophy Per maggiori informazioni sul D35 Trophy e sul team, è possibile cliccare qui. Credit foto ©Loris Von Siebenthal

Genève – Rolle – Genève: un'altra bella vittoria per Alinghi

3 Giugno, 2018

Dopo sei ore e sei minuti di regata, Alinghi ha vinto la 54 edizione della Genève – Rolle – Genève sul lago Lemano, una delle due classiche regate lunghe che fanno parte del circuito del D35 Trophy.  30 minuti più tardi, i D35 Zen Too e Real Team hanno completato il podio. A differenza di previsioni meteo che avevano indicato vento molto leggero, le 63 miglia del percorso sono state completate grazie al Séchard, il caratteristico vento da nord-est del lago di Ginevra, che ha soffiato dalla partenza in poi lungo la costa francese accompagnando la flotta verso Rolle. Nicolas Charbonnier, tattico di Alinghi: “Non bisogna essere mai troppo pessimisti sulle condizioni meteo, perché alla fine abbiamo avuto molta fortuna con il vento." Per Nils Frei, trimmer a bordo di Alinghi, la regata si è svolta secondo canoni classici: “Abbiamo avuto condizioni di brezza leggera e si direzione variabile, con una ‘mollana’ di vento a Rolle, ma non ci siamo mai fermati del tutto." Ernesto Bertarelli, skipper e timoniere di Alinghi: “Siamo partiti molto bene e abbiamo controllato la flotta fino all’altezza del 'petit lac’. Successivamente Swisscom, grazie a una scelta vincente, è riuscita a precederci di qualche secondo a Rolle. Siamo rimasti calmi e abbiamo sfruttato al massimo la velocità della nostra barca riuscendo a ottenere il vantaggio necessario per controllare i nostri avversari e precederli all’arrivo a Ginevra.” Clicca qui per vedere il momento in cui team  taglia il traguardo davanti allo Yacht Club di Ginevra. Oggi domenica 3 giugno, i D35 torneranno in acqua per il secondo giorno del Grand Prix Versoix e chiudere questo fine settimana che prevede due distinte regate. Clicca qui per tutte le classifiche della Genève – Rolle – Genève. Per saperne di più d35trophy.com  //  ycg.ch/geneve-rolle-geneve Hashtag dell’evento #GoAlinhiGo // # D35Trophy // # GRG2018 Per maggiori informazioni sul D35 Trophy e sul team, è possibile cliccare qui. Crédit foto © Alinghi